Capperi d’alto Garda

    

I capperi gardesani sono celebrati fin dal Cinquecento, in quanto simbolo della mediterraneità del paesaggio della Riviera di Salò.
Crescono spontaneamente in rustici cespugli, in prevalenza nei muri in pietra a secco di limonaie e oliveti.
Se ne raccolgono delicatamente a mano i boccioli che conservati secondo la tradizione sotto olio di oliva o sotto sale si consumano per insaporire piatti a base di pesce, carne, insalate e pasta.
Si colgono anche i piccoli frutti con una porzione di gambo che si conservano sotto sale e sono ottimi come aperitivo o per arricchire insalate e primi piatti.

……e mentre l’un spunta l’altro matura !

Così descriveva i capperi nel suo Benaco lo storico Solitro.

La sponda bresciana dell’alto Garda vanta l’esclusiva presenza di questa essenza murale e rupicola che durante i mesi estivi ci regala questi fiori/frutti che insaporiscono i piatti. Capparis spinosa e Capparis rupestris sono le specie di capperi presenti quasi esclusivamente sulla sponda bresciana dell’alto Garda. Non ci è dato sapere da quanto tempo questa essenza tipicamente mediterranea popola il nostro litorale. Durante tutta l’estate la pianta del Cappero arrichisce di colori i muri delle Limonaie.